Le migliori lauree per i concorsi nelle Forze Armate e di Polizia

Le migliori lauree per i concorsi nelle Forze Armate e di Polizia

Ecco quali sono le lauree in grado di offrire le maggiori opportunità di carriera all’interno di Forze Armate e di Polizia.

Come noto per partecipare ai concorsi nelle Forze Armate e di Polizia è necessario avere almeno un diploma; l’unica eccezione riguarda coloro che hanno avuto un’esperienza come militari VFP1 o VFP4, i quali possono accedere alla quota di posti a loro riservata nei concorsi per agenti di polizia, allievi carabinieri e gradi equiparati anche se in possesso della sola licenza media.

Quindi per avere una carriera nelle Forze Armate e di Polizia non è obbligatoria la laurea; ovviamente, però, per accedere a determinati ruoli e sperare in un avanzamento di carriera la laurea è necessaria.

A tal proposito abbiamo deciso di fare chiarezza su quali sono le lauree che offrono maggiori opportunità di carriera nelle Forze Armate e di Polizia; una guida utile per tutti coloro che devono decidere a quale Università iscriversi e vogliono scegliere un corso di studio che dia loro delle maggiori opportunità di carriera.

Quali lauree per diventare commissario di Polizia

Sia per il concorso come agenti di Polizia che per quello da ispettori è sufficiente aver conseguito un diploma di scuola superiore. La Maturità non è abbastanza invece per il concorso come commissario, il quale viene bandito ogni anno per un totale di circa 80 posti.

Se volete partecipare a questa selezione così da avere una possibilità di diventare commissari della Polizia di Stato o Penitenziaria dovete avere necessariamente una laurea magistrale in una delle seguenti discipline:

  • Giurisprudenza (LMG/01);
  • Scienze dell’Economia (LM-56);
  • Scienze della Politica (LM-62);
  • Scienze delle Pubbliche Amministrazioni (LM-63);
  • Scienze Economico-Aziendali (LM-77).

In alternativa per il concorso come commissario sono richieste delle lauree specialistiche, ovvero quelle in:

  • Giurisprudenza (22/S);
  • Scienze dell’Economia (64/S);
  • Scienze della Politica (70/S);
  • Scienze delle Pubbliche Amministrazioni (71/S);
  • Scienze Economico Aziendali (84/S);
  • Teorie e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S).

Lauree per la Polizia Scientifica

Anche per entrare in uno dei corpi professionali della Polizia di Stato, ossia la Polizia Scientifica, bisogna avere una laurea e partecipare ad un concorso pubblico.

L’ambito disciplinare del corso di laurea richiesto, ovviamente, varia a seconda del settore dove si vuole operare. Nel dettaglio, ecco una tabella dove sono riassunte le lauree richieste in base al ruolo della Polizia Scientifica di interesse.

LE LAUREE PER LA POLIZIA SCIENTIFICA
Direttore tecnico psicologo Psicologia (LM-51) o equivalente
Direttore tecnico ingegnere Ingegneria telecomunicazioni (LM-27), Ingegneria della Sicurezza (LM-26), Ingegneria Meccanica (LM-33) o equivalente.
Direttore tecnico biologo Biologia (LM-6), Biotecnologie agrarie (LM-7), Biotecnologie industriali (LM-8), Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche (LM-9). Inoltre è necessaria l’abilitazione all’esercizio della professione.
Direttore tecnico fisico Informatica (LM-18), Ingegneria dell’automazione (LM-25), Ingegneria della sicurezza (LM-26), Ingegneria delle telecomunicazioni (LM-27), Ingegneria elettronica (LM-29), Ingegneria informatica (LM-32). Sicurezza informatica (LM-66) o equivalente.
Direttore tecnico chimico Scienze chimiche (LM-54), Scienze e Ingegneria dei materiali (LM-53) o Scienze e Tecnologie della Chimica industriale (LM-71). Richiesta l’abilitazione.

Le lauree per diventare tenenti dei Carabinieri

Così come per la Polizia di Stato, anche per entrare in alcuni ruoli specifici dell’Arma dei Carabinieri è richiesta una laurea. Ad esempio questo vale per coloro che vogliono partecipare al concorso per tenenti in servizio permanente del ruolo tecnico logistico - ossia l’RTL - che viene bandito ogni volta che l’Arma ha bisogno di reclutare delle figure altamente specializzate - vedi medici, ingegneri e informatici - da inserire nel loro organico.

Ecco una tabella dove sono indicati i principali titoli di studio richiesti nei concorsi per tenenti carabinieri dell’area tecnica.

LAUREE PER TENENTI CARABINIERI (AREA TECNICA)
Ambito Laurea
Psicologia Psicologia (LM-51) e abilitazione.
Amministrazione Giurisprudenza (LMG/01), Scienze dell’Economia (LM-56), Scienze della Politica (LM-62), Scienze delle Pubbliche Amministrazioni (LM-63), Scienze Economico-Aziendali (LM-77).
Telematica Ingegneria telecomunicazioni (LM-27), Ingegneria elettronica (LM-29), Ingegneria Informatica (LM-32), Ingegneria Gestionale (LM-31) e Sicurezza Informatica (LM-66).
Genio Architettura (LM-4), Ingegneria Civile (LM-23), Ingegneria Meccanica (LM-33). È richiesta l’abilitazione all’esercizio della professione.

Lauree richieste nell’Esercito

Quanto appena detto vale anche per il reclutamento nell’Esercito italiano, dove per alcuni ambiti di impiego si cercano esclusivamente laureati. Ad esempio, la laurea è ovviamente necessaria per entrare nel Corpo Ingegneri dell’Esercito, riservato solitamente ai seguenti ambiti disciplinari:

  • Ingegneria Aerospaziale e astronautica (LM-20);
  • Ingegneria per l’ambiente e il territorio (LM-35) e abilitazione;
  • Ingegneria delle telecomunicazioni (LM-27);
  • Ingegneria elettronica (LM-29);
  • Ingegneria informatica (LM-32);
  • Informatica (LM-18);
  • Sicurezza informatica (LM-66);
  • Ingegneria Civile (LM-23);
  • Ingegneria edile-architettura (LM-4) abilitati;
  • Scienze Chimiche (LM-54);
  • Fisica (LM-17);
  • Biologia (LM-6);
  • Ingegneria Biomedica (LM-21).

Spesso poi vengono banditi dei concorsi per entrare a far parte del Corpo Sanitario dell’Esercito, assumendo la qualifica di Tenente. In questo caso i corsi di studio richiesti sono Medicina e Chirurgia (LM-42) o anche Medicina Veterinaria (LM-42); in entrambi i casi è richiesta la relativa specializzazione.

Ci sono invece altri ambiti del Corpo Sanitario dell’Esercito dove però si entra acquisendo il grado di Maresciallo, ossia:

  • Infermiere: Laurea in professioni sanitarie infermieristiche (L/SNT1)
  • Fisioterapista: Laurea in professioni sanitarie della riabilitazione, nell’ambito della professione sanitaria del fisioterapista (L/SNT2);
  • Igienista dentale: Diploma universitario igiene dentale (LM/SNT3)
  • Tecnico di laboratorio biomedico: Laurea in professioni sanitarie tecniche (LM/SNT3).

Infine si può accedere al ruolo normale di Tenenti del Corpo di Commissariato dell’Esercito con una delle seguenti lauree:

  • Scienza dell’Economia (LM-56);
  • Scienze Economico Aziendali (LM-77);
  • Giurisprudenza (LMG/01).

Le lauree per diventare Ufficiali della Guardia di Finanza

Anche per diventare Ufficiale della Guardia di Finanza in un ruolo di tipo tecnico-logistico-amministrativo è necessaria una laurea; questa varia a seconda dell’ambito in cui si vuole operare.

A tal proposito riportiamo la tabella B - che potete scaricare cliccando il file in coda all’articolo, del decreto ministeriale del 29 ottobre 2001 - dove sono indicate tutte le lauree richieste per ogni ruolo. Come potete vedere perlopiù sono necessari corsi di laurea in Giurisprudenza, Scienze Politiche o Scienze dell’Economia, ma non mancano anche diplomi di laurea più specialistici come quello in discipline nautiche o anche in commercio internazionale e mercati valutari.