Come diventare carabiniere ed entrare nell’Arma

Come diventare carabiniere ed entrare nell'Arma

Vuoi diventare carabiniere e non sai come fare? Ecco una guida completa, con requisiti e prove da superare in base al ruolo d’interesse.

Tra i concorsi per le Forze Armate quello per entrare nell’Arma dei Carabinieri è ancora oggi uno dei partecipati.

Così come per l’Esercito italiano e per il resto delle Forze Armate - nonché per tutti i lavori nella Pubblica Amministrazione - anche per entrare nell’Arma dei Carabinieri l’unica opportunità è quella di prendere parte, e vincere, un concorso pubblico.

Se volete diventare carabinieri, quindi, dovete tenere sotto osservazione la Gazzetta Ufficiale (quella con i bandi di concorso viene pubblicata il martedì e il giovedì) e attendere l’uscita di una selezione per un ruolo che vi interessa. Ci sono diverse opportunità di carriera, infatti, per entrare nei carabinieri e per ognuna delle quali ci sono dei requisiti (titolo di studio, limiti d’età) da rispettare e delle prove da superare).

Di seguito approfondiremo i singoli ruoli per i quali è possibile candidarsi (una volta pubblicato il bando di concorso dedicato), con i relativi requisiti e prove selettive.

Carabiniere effettivo

Il primo ruolo per il quale ci si può candidare è quello di Carabiniere effettivo, per il quale i requisiti sono stati modificati dal recente riordino delle carriere.

Fino a qualche anno fa questa selezione era riservata ai soli volontari in ferma prefissata annuale o quadriennale, o anche in rafferma o congedo, ma oggi non è più così poiché per ogni selezione c’è una quota di posti riservata ai civili.

Per partecipare è comunque necessario essere in possesso del diploma di scuola superiore, oltre ad un’età massima di 26 anni (28 per chi ha prestato servizio come militare). Per i VFP, inoltre, è sufficiente la licenza media per prendere parte al concorso.

Il concorso consiste in una prova scritta selettiva, alla quale seguono le prove di efficienza fisica, gli accertamenti sanitari e attitudinali; infine ai fini della graduatoria finale contribuisce anche la valutazione dei titoli.

Marescialli

Anche se è più difficile, il concorso per Marescialli permette di entrare nell’Arma dei Carabinieri partendo da un ruolo gerarchicamente più alto di quello del Carabiniere effettivo e - di conseguenza - anche meglio pagato.

I requisiti per il concorso sono simili a quello finalizzato al reclutamento di Carabiniere effettivo; per partecipare, infatti, è sufficiente aver conseguito un diploma di scuola secondaria di II grado (Maturità), così come il limite di età che è sempre di 26 anni (non compiuti), 28 anni per i volontari in ferma prefissata (sia in servizio che congedati).

Per gli appartenente al ruolo dei sovrintendenti e al ruolo degli appuntati e carabinieri, nonché per gli allievi carabinieri, l’età si alza a 30 anni.

In questo caso il concorso prevede una prova preliminare, seguita dai test di efficienza fisica e dagli accertamenti sanitari. Dopo di questi bisognerà superare una prova scritta (per accertare il grado di conoscenza della lingua italiana), una orale oltre agli accertamenti attitudinali. Inoltre per chi volesse c’è la prova facoltativa di lingua inglese con la possibilità di aumentare il proprio punteggio ai fini della graduatoria finale.

Ufficiali (del Ruolo Normale)

Per chi volesse diventare Ufficiale, c’è invece l’Accademia Militare di Modena, alla quale possono candidarvi - prendendo parte al concorso pubblico - i giovani di età compresa tra i 17 e i 22 anni. Inoltre è necessario aver conseguito un diploma delle scuole superiori.

Il concorso consiste in una prova scritta preselettiva, un test a risposta multipla con domande di cultura generale, dopodiché ci saranno le prove di efficienza fisica a stabilire quali candidati sono idonei ad entrare nell’Accademia Militare.

Al termine delle prove fisiche c’è la prova scritta, seguita dalle visite mediche e dagli accertamenti attitudinali. Successivamente è prevista la prova orale sulle materie indicate nel bando di concorso e la prova facoltativa di inglese.

I candidati che in base alla graduatoria finale saranno ammessi all’Accademia Militare di Modena resteranno qui per 2 anni (conseguendo la nomina a sottotenente in servizio permanente del Ruolo Normale) dopodiché l’iter formativo sarà completato con la frequenza del corso di applicazione presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma, dove verrà conseguita la laurea magistrale in Giurisprudenza.