Agente di polizia municipale muore in un incidente: i colleghi pagano il mutuo alla moglie e ai figli

Agente di polizia municipale muore in un incidente: i colleghi pagano il mutuo alla moglie e ai figli

I colleghi di Giuseppe Romano, agente di polizia municipale deceduto nel 2016 a causa di un incidente, hanno deciso di aiutare la moglie ed i figli pagando le spese del mutuo della loro casa.

Gli agenti della polizia municipale di Palermo si sono riuniti nei giorni scorsi e hanno deciso di aiutare la moglie di un loro collega, Giuseppe Romano, che circa tre anni fa, nel 2016, ha perso la vita in un banale ma tragico incidente.

Un grande gesto di solidarietà che permetterà alla moglie di Giuseppe e ai suoi 7 figli, di continuare a vivere una vita dignitosa seppur caratterizzata dall’assenza di una figura così importante come quella di un marito e di un padre.

L’incidente

Il brutto evento è avvenuto tre anni fa. Era il 2016 e Giuseppe Romano, agente della polizia municipale, era intento a potare un albero proprio sopra la sua abitazione situata a Misilmeri in provincia di Palermo.

Preso dal suo lavoro è inciampato e cadendo si è reciso l’arteria femorale. Ha perso la vita per dissanguamento a soli 54 anni. Ha lasciato la moglie e 7 figli che tanto amava.

La moglie

Oltre al grande dolore e al senso di solitudine, la moglie di Giuseppe si è ritrovata un mutuo da pagare. Fondamentale perché quello della casa dove abita con i figli e dove abitava anche il marito.

Una spesa divenuta ormai insostenibile nonostante la pensione di reversibilità di cui tutt’ora usufruisce. Da quando Giuseppe li ha lasciati, il mutuo non è stato più pagato ed il rischio era lo sfratto.

Nei mesi scorsi la donna aveva addirittura lanciato un appello per riuscire trovare un piccolo lavoro con cui poter continuare a pagare le rate della casa ed evitare che i suoi figli, alcuni dei quali ancora molto piccoli, finissero in stato di povertà assoluta.

I colleghi

Alla richiesta di aiuto da parte della moglie di Giuseppe hanno prontamente risposto i suoi colleghi offrendosi di contribuire al pagamento del debito che la vedova ha con la banca.

La motivazione che li ha spinti a prendere questa scelta è stata raccontata dal comandante della polizia municipale di Palermo:

“Vogliamo dare un aiuto concreto ai familiari di un amico che, con tanti sacrifici, portava avanti la sua famiglia”.

Il loro desiderio è quello di aiutare questi ragazzi garantendo loro un futuro e facendo sentir meno la mancanza del padre.

Ed è grazie a questa azione che la famiglia Romano non verrà mandata via dalla propria abitazione e potrà continuare a vivere con un tetto sopra la testa.

Un grande gesto, inaspettato, spontaneo, da dedicare ad una persona che sicuramente non meritava questa fine ma l’affetto di tanti amici (oltre che della famiglia)….si!

Argomenti correlati: Lutto Polizia Locale