Sim Marina, il primo Congresso per l’elezione dei rappresentanti nazionali

Sim Marina, il primo Congresso per l'elezione dei rappresentanti nazionali

Domani, venerdì 21 giugno, si tiene il primo Congresso nazionale del Sim Marina per l’elezione dei rappresentanti. Un momento storico per il sindacato e il personale.

Crediti foto: Vito Manzari su flickr.com

Domani, 21 giugno 2024, l’associazione SIM Marina ospita il suo primo congresso nazionale, un evento di particolare importanza per l’attività sindacale, che sarà senza dubbio di grande ispirazione. È proprio in questa sede, infatti, che saranno scelti i rappresentanti nazionali dell’associazione.

Sono state infatti invitate tutte le sigle sindacali delle Forze Armate, le autorità militari e civili, insieme al personale della Marina Militare, per celebrare unitamente questo traguardo, nel sentimento comune che unisce per la tutela dei diritti del personale.

Difatti, si tratta di un momento davvero cruciale per il sindacato, che in questa occasione si occuperà della scelta dell’organigramma direttivo e della definizione di ruoli, compiti e responsabilità. Tra le due le parole chiave che descrivono questo congresso, ci sono proprio responsabilità e democrazia.

Bisogna infatti sapere che donne e uomini della Marina Militare saranno votati e scelti senza alcuna distinzione di grado o ruolo, con libere elezioni per la selezione dei rappresentanti. La responsabilità è duplice, da un lato in capo agli elettori e dell’altro in capo agli eletti, chiamati a rispettare l’impegno verso la Forza Armata e gli ideali sindacali.

Il primo Congresso nazionale di Sim Marina per l’elezione dei rappresentanti

Il primo Congresso nazionale del SIM Marina avrà luogo a La Spezia, precisamente presso la Mediateca regionale ligure (via Firenze 37) e comincerà alle ore 08:30. Un programma ricco aspetta tutti i partecipanti, a cominciare proprio con l’elezione delle cariche nazionali, prevista intorno alle ore 09:00.

Dopo l’elezione ci sarà l’afflusso dei rappresentanti delle sigle sindacali militari, con cui sarà consumato il pranzo. L’afflusso delle autorità civili e militari seguirà invece intorno alle ore 14:00, giusto in tempo per partecipare alla proclamazione dei rappresentanti eletti. Infine, ci sarà il saluto del sindaco di La Spezia, Pierluigi Peracchini, che presenzierà alla successiva conferenza.

In seguito a questa prima fase del congresso, infatti, ci sarà una conferenza dedicata al tema “Riflessi del ruolo dei sindacati militari sulla società civile”, curata dal Colonnello Francesco Cacace in qualità di responsabile della comunicazione del Sim Marina e di cui infatti avete spesso potuto leggere qui le parole in merito all’attività sindacale.

C’è grande apprensione intorno a questo evento, che segnerà in maniera indelebile l’attività del sindacato e di riflesso anche la tutela del personale della Marina Militare. Quest’ultimo, peraltro, proprio come i colleghi di altre Forze Armate ne ha particolarmente necessità.

Il nuovo ruolo delle Associazioni professionali a carattere sindacale tra militari avrebbe dovuto segnare un periodo più roseo per i militari, ma al momento è ancora presto perché si possano raccogliere i frutti del duro impegno sindacale. Anzi, proprio l’intenzione di non accettare meno di quanto i lavoratori meritino effettivamente sta rallentando notevolmente la trattativa di rinnovo contrattuale, con il rischio che si blocchi in via definitiva se la premier Meloni non accoglierà la richiesta di incontro dei sindacati.

Anche perché bisogna riconoscere che in questo momento si stanno battendo per diritti fondamentali che dovrebbero essere riconosciuti a ogni lavoratore e, ancor prima, a ogni essere umano. I luoghi di lavoro e gli alloggi di servizio dovrebbero essere quanto meno decorosi, i mezzi adeguati e il cibo almeno commestibile. Tutte necessità che nel nostro ordinamento dovrebbero essere scontate e che invece vengono dimenticate troppo presto.

Argomenti correlati: Sindacati Marina Militare